White Rabbit: il locale segreto dove gustare cocktail davvero originali

White Rabbit: il locale segreto dove gustare cocktail davvero originali

White Rabbit è un locale segreto che vi proietterà nell’atmosfera del Proibizionismo

C’era una volta un Coniglio Bianco…lo avete mai incontrato?

Se vi capita di vederlo, seguitelo nel suo nascondiglio e verrete condotti in un mondo segreto .

Perciò, se vi trovate a Milano, in Lombardia, non esitate neanche un secondo ed entrate nella tana del White Rabbit : come per magia appariranno dinnanzi a voi i ruggenti anni ’20! Vi ritroverete in un bar speakeasy nel cuore del Proibizionismo americano: sogno o realtà?

Non ci sono insegne vistose, bisogna soltanto seguire il Coniglio Bianco…
Credits: White Rabbit

Ma soprattutto: cos’è uno speakeasy?

Quando si parla di bar “speakeasy” ci si riferisce a quei locali segreti, che nacquero nel periodo del Proibizionismo, ovvero quando negli Stati Uniti venne imposto il divieto sulla produzione, vendita e consumo di alcolici.

Spesso i locali speakeasy venivano improvvisati in sotteranei, camere occultate, retro di ristoranti e grandi hotel e venivano gestiti per la maggior parte da politici e criminali che avevano accesso all’alcool di contrabbando.

Il proibizionismo non riuscì a bloccare la vendita di alcolici.
Credits: Mixology academy

Gli street bar nascosti che vendevano alcool illegalmente iniziarono ben presto ad espandersi a macchia d’olio e, nonostante gli arresti ed i sequestri fossero all’ordine del giorno, il fenomeno continuò a diffondersi .

In molti casi l’alcool offerto era il frutto di produzioni alterate, diluite e aromatizzate artificialmente.

Oggi i locali speakeasy stanno tornando di moda, ma al contrario offrono alcolici ricercati e di ottima qualità, offrendo un mix di sapori nuovi e unici.

White Rabbit vi invita nella tana della Mixology

Nessuna insegna vistosa vi condurrà in questo segretissimo locale e senza parola d’ordine non si entra assolutamente! Probabilmente sarete passati altre volte davanti un’anonima vetrina, dove un poster “Gli Intoccabili “avrà vagamente catturato la vostra attenzione, posizionato casualmente accanto ad una lampada ed un armadio vintage. Questa volta fermatevi ad osservare un po’ meglio e se la luce è accesa suonate il campanello del locale!

Esterno del locale.
Credits: White Rabbit

Ricordatevi che non tutti possono entrare. Bisogna conoscere la parola d’ordine!

Io stessa quando li ho contattati la prima volta sono stata sottoposta al terzo grado: volevano fuori i nomi di chi mi avesse parlato di loro. (A tal proposito…non temete, voi siete già raccomandati. Potete dire che vi mandano i “ Pazzi per le ferie”…Ormai, siamo nel giro….)

In pochi conoscono la password: volete essere tra i privilegiati?
Credits: White Rabbit

Se volete diventare dei veri gangster da cocktail dovete meritarvi l’accesso al club.

Ogni mese la password cambia e verrete avvisati. Per ottenerla si devono risolvere degli indovinelli: solo i migliori verranno selezionati.

Una volta avuto accesso alla macchina del tempo…sarete in un vero locale speakeasy anni’20! Dall’atmosfera, all’arredamento, dalla scelta musicale alla mixologia dei drink, tutto è in tema. Sembra di venir catapultati in un vecchio film.

Elementi vintage si ritrovano in ogni angolo del locale…
Credits: White Rabbit

Quali sono i cocktail particolari che si possono bere?

Ce ne sono davvero per tutti i gusti ed ogni losco gangster vi proporrà un mix davvero fantasioso. 

Potete ad esempio decidere di bere dell’ Olio di oliva: un cocktail raffinato, dove pomodori ciliegino e basilico vengono pestati assieme al gin. Se volete qualcosa di più grintoso ordinate Lucky man, per assaggiare la salsa di soia ed il wasabi mixati con il liquore allo zenzero.

Siete nel regno della mixology…
Credits: White Rabbit

I ghiotti di formaggio non devono invece perdersi Our thing, con vodka infusa al gorgonzola, miele e pera.

Ce ne vuole di inventiva eh? D’altra parte nella tana del White Rabbit, si sa, tutto diventa un po’ fantasioso. 

E’ per questo che in realtà non vediamo l’ora di entrarci.

E voi avete mai provato l’esperienza di un’originale speakeasy? Siete curiosi di provare questi cocktail davvero particolari? Aspetto i vostri commenti!

12 Replies to “White Rabbit: il locale segreto dove gustare cocktail davvero originali”

    1. Ricordati che per entrare devi cercare la parola d’ordine! Basta registrarsi al loro sito e riceverai tutte le istruzioni…top secret!

    1. Eh eh…è la mia missione! E poi io e Davide ci divertiamo un sacco in giro per questi locali così strani. E’ troppo bello provare le novità!

  1. Son stata in un locale anni 20 per un addio al nubilato ed è stato divertentissimo! Questo non lo conoscevo.. stupendo!

    1. Immagino ti sarai divertita molto…anche perchè non capita tutti i giorni di ritrovarsi con le amiche a rivivere le atmosfere degli anni ’20.

  2. no dai non puoi fare così!! mi pubblichi un articolo così dopo che mi hanno dimessa dal San Ambrogio e dovevo festeggiare la mia ennesima vittoria??? Vabbé facciamo che ti perdono perché come sempre mi hai regalato una dritta giusta?! Prova a dire di no e ti tocca pagare un Lucky man che mi sembra il più tosto di tutti 😀

    1. Ah ah…guarda, se c’è un motivo bello per festeggiare, ti offro volentieri anche più di un cocktail! Non chiediamo però cose troppo “strong” che al White Rabbit la fantasia non ha limiti!

Commenta questo post per raccontarmi la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.