Trattoria da Gianni: porzioni extra-large e la sfida a chi mangia di più

Trattoria da Gianni: porzioni extra-large e la sfida a chi mangia di più

Trattoria da Gianni: porzioni extra-large, per una fame oltre confine

Chi ha detto che le dimensioni non contano? Contano eccome!

Chiedetelo ai miei cari concittadini, gli abitanti di Gorizia, in Friuli Venezia Giulia, loro ne sanno qualcosa.

E lo sa bene la Trattoria da Gianni, diventata ormai simbolo della città, per le dimensioni apocalittiche della sua Lubianska.

Va bene, probabilmente vi starete chiedendo…ma cos’è una lubianska?

Un attimo di pazienza e ve la presento!

Per creare ancora un po’ di suspance, sappiate solo che quando andavo all’università e giravo anche fuori regione, tutti conoscevano il Gianni di Gorizia e ogni volta che nominavo la mia città, mi sentivo rispondere: “Ah dove si mangia la lubianska, lì c’è il Gianni!”.

Alè.

Vi ricordo che a Gorizia c’è anche un bellissimo castello. Ad esempio. Ma è la mega lubianska a far parlare di sè, povero castello.

“Lasciate ogni speranza voi ch’entrate…”

Lasciate pure a casa la speranza di riuscire a contenervi un minimo con il cibo, perché varcata la soglia del Gianni, la dieta va completamente dimenticata. Perciò indossate degli abiti comodi, restate leggeri con l’aperitivo e slacciate pure la cintura!

Ordinare una porzione a testa è una vera sfida…

E così anche noi, l’altro sabato ci siamo fatti prendere dall’entusiasmo e, come sempre, abbiamo ordinato “l’impossibile”. In compagnia di amici, si sa, la fame si fa sentire subito e mentre la cameriera annotava sul blocchetto quello che volevamo mangiare, ci lanciava occhiate di disapprovazione, classificandoci palesemente come dei “pivelli”. In realtà la situazione era ancora peggiore, ovvero noi sapevamo benissimo a cosa stavamo andando incontro, ma non siamo proprio riusciti a trattenerci.

Signore e signori ecco a voi…la Mega Lubianska!

La cucina è quella tipica di confine (per chi non fosse una cima in geografia, ricordo che Gorizia confina con la Slovenia). Quindi i piatti sono sostanziosi ma a dir poco gustosi.

I tris di gnocchi e tagliatelle fanno ingolosire tutti, il pasticcio di carne ed i tortellini ti saziano per una settimana, ma la portata per cui sicuramente è più famoso il Gianni è proprio la lubianska.

Questa è la lubianska che ho ordinato per me…direi che è un po’ abbondantina…

Si tratta di una specie di cotoletta impanata e fritta, farcita abbondantemente con prosciutto e formaggio, una vera goduria! Le dimensioni sono così gigantesche da non riuscire a contenerla nel piatto e tra il ripieno grondante e l’olio di frittura…ti senti già sazio solo a guardarla.

Credetemi che riuscire a finirla tutta è una vera impresa!

…farcita, impanata e fritta: è una vera goduria!

Generazioni di goriziani, compresa la mia, si sono sfidate nel corso dei decenni a lubianska dal Gianni e si è sempre trattata di una gran bella prova, ad elevata difficoltà.

Mentre noi ragazze mangiavamo quello che riuscivamo per pura gola, per i maschi è diventato col tempo un vero e proprio atto di forza.

Se non finivi la lubianska non eri nessuno.

Chi portava a termine la sfida entrava di diritto nella top dei vincitori e poteva camminare per la città a testa alta. Gli altri avrebbero dovuto allenarsi con più tenacia incrementando le sessioni mangerecce di fritture miste.

Poi c’è chi addirittura è passato alla leggenda per averne mangiate due, di lubianska. Sono considerati alla stregua di eroi nazionali, tant’è che uno di questi è un mio amico e per me è già fonte di orgoglio.

E i cevapcici?

Se dinanzi la lubianska tutti si tolgono il cappello, da non sottovalutare a questo punto è la potenza di un altro incredibile piatto: i Cevapcici.

Eh…questi sono fortissimi!

Si tratta di sigari di carne macinata arricchita con spezie varie, molto saporiti e davvero goduriosi. Di solito sono grandi come una falange, ma quelli del Gianni sono dei veri e propri…siluri!!

I cevapcicci del Gianni sono dei veri e propri…siluri!

Se poi volete gustarvi tutte queste bontà con un contorno semplice come le mozzarelline impanate, fate attenzione a non cadere in trappola! Togliete pure il suffisso “-ine” perché qui si parla di vere e proprie mozzarelle fritte, dal peso specifico…inclassificabile!

Mozzarelle giganti fritte…un contorno per i più temerari!

Per chi non dovesse farcela a finire le porzioni (direi quasi tutti, tranne quei due o tre eroi di cui vi parlavo prima…), c’è sempre la possibilità di portare a casa il cibo.

Così per una settimana siete a posto con la spesa.

Neanche dire che a malincuore ho dovuto rinunciare allo strudel con la nutella che avevo letto nel menù.

Mi sa che devo allenarmi ancora un po’, ma prima o poi ce la farò ad arrivare al dolce!

A questo punto avrete già l’acquolina in bocca…e allora, siete pronti per la sfida?

6 Replies to “Trattoria da Gianni: porzioni extra-large e la sfida a chi mangia di più”

  1. Oddio, questo è il posto ideale per il mio ragazzo, è un vero mangione! Chissà, se ci capiterà di passare per Gorizia magari un tentativo per battere il record ci potrebbe stare. Lui adora le sfide mangerecce 😁
    Mi segno il nome per il futuro! Bello quest’articolo, simpatico 😊

    1. Eh eh…fammi sapere se riuscirà a battere il record. Comunque vada sarà un’occasione per assaggiare i piatti tipici della zona!

Commenta questo post per raccontarmi la tua opinione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.